Come conservare il vino

Una volta stappata la bottiglia, l’ossigeno aiuterà il vino a rilasciare i proprio sapori e profumi, rendendolo perfetto al palato. Il processo di ossidazione, però, non ha un termine e fino a quando il vino sarà a contatto con l’aria, questa andrà a intaccarne le proprietà fino ad appiattirne i sapori o in alcuni casi a renderlo “aceto”. Una bottiglia di vino aperta si può conservare seguendo alcuni semplici suggerimenti, ma va ricordato che il gusto rimane invariato per poco meno di tre giorni, poi andrà a scemare. Il metodo migliore sarebbe la pompa sottovuoto salva vino, uno strumento oggi reperibile nei negozi di casalinghi che aspira l’aria contenuta nella bottiglia e con gli speciali tappi forniti nel kit sigilla ermeticamente il contenitore. In alternativa, è consigliabile chiudere la bottiglia con un tappo di sughero o di metallo e poi riporla in frigorifero. E’ invece una leggenda metropolitana l’efficacia del cucchiaino di metallo infilato all’interno della bottiglia, purtroppo non funziona!