La cottura “confit”

La cosiddetta “olio cottura”, che tanto va di moda oggi tra i grandi chef, ha origini molto antiche e consiste nel cuocere gli alimenti immergendoli per lungo tempo in abbondante olio a temperatura costante (in genere tra i 40 e gli 80° C) e risulta particolarmente adatta per la carne, ma volendo anche per il pesce o le verdure. Come si può intuire, i tempi per la preparazione del piatto sono sicuramente più lunghi rispetto alle tecniche tradizionali, ma il risultato lascerà tutti a bocca aperta! Hai mai provato a utilizzare questa tecnica?