Il vino in cucina

In cucina il vino viene impiegato spesso, oltre che per bagnare la carne durante la cottura, anche per deglassare il fondo di cottura della carne, in particolare per arrosti o scaloppine, e ricavarne un sughetto aromatico per accompagnare la pietanza. Una volta terminata la cottura si riserva la carne in caldo, mentre con un goccio di vino (preferibilmente bianco secco per vitello e maiale, mentre manzo, agnello e selvaggina danno il meglio con rossi giovani e corposi) si scioglie bene il fondo di cottura, aiutandosi con una paletta per staccare le parti caramellate dalla pentola. Il fondo può poi essere fatto ridurre al fuoco e arricchito con panna o pezzi di burro per creare una nappatura per le fette di carne.