La tradizione dell’Uovo di Pasqua

Lo sapevi? L’uso di regalare uova per Pasqua è antichissimo e legato al fatto che la Pasqua coincide con l’inizio della primavera, originariamente celebrata con riti per la fecondità ed il rinnovamento della natura.
L’uovo simboleggia, infatti, la vita che si rinnova.
Pare che i primi a rendere l’uovo protagonista di un gesto cerimoniale (e benaugurante) siano stati i Persiani.
Festeggiavano l’arrivo della primavera con lo scambio di uova di gallina, veri e propri porta fortuna contro pestilenze e carestie. Nel Medioevo era tradizione regalare uova ai servitori; in Germania le uova venivano donate ai bambini insieme ad altri regali pasquali. In alcuni paesi, come la Gran Bretagna, ogni anno a Pasqua i bambini vanno a cercare in giardino, fra l’erba e i cespugli, le uova che il dispettoso coniglietto pasquale ha colorato e poi nascosto.
Da noi, in Occidente, l’usanza di scambiarsi uova “della rinascita” e del buon augurio, oggi di cioccolata, più recente: risale al 1176, quando re Luigi VII rientrò a Parigi dopo la II crociata. Siete pronti a farne una scorpacciata?